Filter Design
Accedi Registrati
L'asma occupazionale PDF Stampa E-mail
L'asma è una delle patologie respiratorie più presenti nel nostro Paese. In un certo numero di casi, stimato attorno al 10% del totale, la sua causa è di origine lavorativa. Viene denominata asma occupazionale, e si distingue in due tipologie: da una parte quella aggravata dal lavoro, dall'altra quella determinata esclusivamente dalle condizioni in cui si opera.

Quest'ultimo tipo di asma occupazionale può essere di natura reattiva, legato a un'esposizione prolungata e di solito accidentale a sostanze irritanti, come ad esempio l'ammoniaca o l'acido cloridrico.
Ma la causa può anche essere allergica, e implica tempi di latenza più lunghi. L'esposizione per un lungo periodo di tempo (da poche settimane a interi anni) a uno specifico agente chimico può determinare sintomi asmatici che sono più difficili da ricondurre al fattore occupazionale.

Nel caso di un'asma preesistente, invece, le condizioni possono essere aggravate dal posto di lavoro: non solo elementi chimici, ma anche sforzi eccessivi, temperature fredde e polvere sono tra le cause dell'acutizzazione dei sintomi asmatici.

Marco Malagutti, del web-magazine Dica33.it, propone alcuni accorgimenti per porre rimedio all'asma occupazionale: “Per quel che concerne la "gestione" della malattia è necessario innanzitutto un approccio preventivo che richiede la collaborazione tra lavoratore e datore di lavoro. Una volta identificati i fattori scatenanti è, infatti, necessario che il lavoratore eviti le aree a rischio e eventualmente indossi una protezione adeguata. Dal canto suo il datore di lavoro può fare alcuni passi per tutelare il dipendente come: eliminare l'agente irritante, migliorare le condizioni ambientali e eventualmente destinare la persona asmatica ad altra area”.
 
Il principio di funzionamento delle FiltroLampade è estremamente semplice e di certa efficacia: l'aria viene aspirata da una ventola attraverso un ampio filtro posto sul perimetro. Le finissime fibre che compongono il tessuto filtrante trattengono le particelle inquinanti anche di dimensioni finissime, al 62% della dimensione di 1 micron.
Trackback(0)
Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
rimpicciolisci | ingrandisci

busy