Filter Design
Accedi Registrati
Smog, tornano i veleni scomparsi PDF Print E-mail
Written by Filter Design   
Wednesday, 11 October 2006 23:13
There are no translations available.

Per la prima volta dopo dieci anni le concentrazioni medie annuali di biossido di azoto risultano in aumento». L'inquinamento di Milano non è solo Pm10. Il biossido di azoto è un gas «di odore forte e pungente, altamente tossico ed irritante» (definizione dal sito dell'Arpa). Da quando la legge ha stabilito il limite per la protezione della salute, le concentrazioni non sono mai state al di sotto della soglia. La media del 2006 è stata 67, rispetto a un limite di 48. A preoccupare gli esperti però è la tendenza: dal 1996 l'inquinante era in continua discesa, ma poi ha ripreso a salire, tornando a un dato che non si raggiungeva dal 2000.

Lo studio
I dati sono contenuti nel «Rapporto sulla qualità dell'aria, energia e agenti fisici 2007» appena pubblicato dall'Agenzia per la mobilità del Comune. Un rapporto che Palazzo Marino presenterà ufficialmente nelle prossime settimane. Le prime anticipazioni sono utili però per riflettere su effetti e obiettivi dell'Ecopass. Se «le polveri sottili rimangono il nemico numero uno» (come spiega l'assessore alla Mobilità Edoardo Croci), colpisce l'inversione di tendenza del biossido di azoto. Nel 2006 l'inquinante è salito del 12 per cento rispetto all'anno precedente. Oltre alla media annuale, bisogna considerare anche i superamenti nella singola ora. La legge dice che le concentrazioni non possono salire oltre i 200 microgrammi per metro cubo per più di 18 volte in un anno. Dal 1995 in poi, Milano non era mai andata fuorilegge, raggiungendo al massimo 17 giorni «rossi». Nel 2006 la soglia è stata però sballata per 44 volte.

I diesel
Se in parte gli aumenti sono legati alle condizioni meteo, il rapporto spiega alla base ci sono anche «cambiamenti nelle fonti di emissione», e cioè la «crescita della percentuale dei veicoli diesel che emettono più ossidi di azoto rispetto ai motori a benzina». L'assessore Croci spiega: «Se vogliamo affrontare il problema della qualità dell'aria, bisogna affrontare il tema gasolio, sia per il riscaldamento, sia per il traffico. In realtà tutto il sistema di Ecopass è studiato per disincentivare i diesel». Le nuove ricerche dell'Agenzia per la mobilità spiegano nel dettaglio in che percentuale il gasolio incide sul Pm10 di Milano. Per quanto riguarda il traffico, l'84 per cento delle polveri sottili prodotte dai tubi di scappamento in città si può addebitare ai veicoli diesel. Per quanto riguarda invece le caldaie, l'olio combustibile produce l'8 per cento del Pm10, un altro 8 per cento arriva dal metano, mentre la gran parte (ancora 84 per cento) è prodotto dagli impianti a gasolio. «E ciò avviene — spiega l'assessore Croci — nonostante gli impianti alimentati con quel combustibile siano ormai solo il venti per cento del totale».

L'Ecopass
Le ricerche appena pubblicate hanno delle ricadute anche sull'Ecopass. «I dati sul biossido di azoto — riflette il consigliere dei Verdi Enrico Fedrighini — confermano che alcuni pericoli che sembravano lontani possono ripresentarsi. È dunque una conferma di come sia prioritaria l'estensione immediata del pedaggio anche ai diesel Euro 4». In Comune è ferma una richiesta di moratoria per queste auto, che punta a spostare l'esenzione dal 28 marzo al 30 giugno. Una decisione sarà presa nei prossimi giorni. Sul versante riscaldamenti, Palazzo Marino ha invece affidato ad A2A il progetto per riconvertire a metano o teleriscaldamento tutti gli impianti degli stabili comunali. «Ci vorranno due anni», assicura Croci.
Gianni Santucci
03 marzo 2008
Trackback(0)
Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
rimpicciolisci | ingrandisci

busy
Last Updated on Friday, 12 December 2008 16:23
 

Serie BLACKY a partire da €299

Cily Blacky

Il nome è ispirato dalla forma cilindrica, la quale permette al tessuto, piegato rigorosamente in verticale, un’ampia diffusione della luce... Vedi Prodotto

 

 


Pinguy Blacky

Un’unica versione di FiltroLampada distingue l'idea di Pinguy, la "Pinguy Blacky" Il nome richiama la forma del pinguino.. Vedi Prodotto

 

 

 

Serie Elite solo su ordinazione

dadohome

Dadò Elite

Un’unica versione di FiltroLampada distingue l'idea di Dadò, la "Dadò Elite". Il nome richiama la forma elementare Vedi Prodotto

 

 

 

 

Cily Elite

Grazie al suo design tecnico-minimalista, la filtrolampada Cily Elite si presta ad essere inserita in ogni tipo d'arredamento. Vedi Prodotto

 

 

 

Acquisto online FiltroLampade


STUDIO DI LABORATORIO SULLE FILTROLAMPADE
Lampade Filtri-lampada autoventilati per polveri sottili Uno dei compiti principali delle tecniche per il benessere ambientale è anche quello della purificazione dell’aria.